Antifurto per casa: cosa fare e come comportarsi

È possibile proteggere un immobile o un edificio da furti e dai malintenzionati senza un antifurto per casa? La risposta a questa domanda è molto semplice: soprattutto in momenti abbastanza critici per l’economia e l’occupazione della maggior parte di famiglie, la possibilità che avvengano furti, tentati furti e tentativi di rapine da parte anche di persone ‘per bene’ ma letteralmente disperate è molto elevata. Bisogna quindi cercare di tenere sotto controllo la situazione utilizzando dei deterrenti che, se per qualcuno possono essere semplici accorgimenti, molto spesso per altri significa dover proteggere l’immobile anche per mezzo di sofisticati antifurti e sistemi di allarme.

Ma un sistema di allarme è oggi davvero sicuro? Come mai accade sempre più spesso che anche persone che sono solite utilizzare sistemi di allarme e di antifurto alla fine non riescano a difendere al meglio la propria abitazione? La risposta è molto semplice: in diversi casi, allo scopo di risparmiare – si sa che spesso un antifurto di qualità ha un costo anche abbastanza elevato – si cerca di comprare sistemi di allarme troppo economici ma allo stesso tempo anche poco sicuri e per nulla certificati. Il prezzo da pagare sul lungo termine è però molto più elevato di quanto non possiamo pensare: infatti, se acquistiamo ed installiamo in casa un sistema di allarme non certificato e non garantito, il rischio è quello di ritrovarci ugualmente i ladri in casa.

È quindi importante cercare di difendere al meglio i propri beni (mobili ed immobili) da intrusioni ed ingressi di malintenzionati e ladri, attraverso sistemi di allarme sicuri e garantiti: anche un antifurto in kit, seppur più economico rispetto ad uno tradizionale, ci permette di risparmiare in maniera sostanziale grazie all’eliminazione della manodopera, ed abbattendo questo costo è molto più facile trovare la giusta combinazione tra qualità e prezzo.

Per rispondere alla domanda sulla sicurezza dei vari antifurti, bisogna dire che un antifurto wireless ed un antifurto tradizionale sono entrambi funzionali e sicuri: il primo funziona per mezzo del collegamento filare, mentre il secondo per mezzo del collegamento senza fili. Eventuali differenze possono invece risiedere nell’uso di antifurti con diversi sensori: il sensore a doppia tecnologia, per esempio (il cui funzionamento prevede l’uso sia di infrarossi sia di microonde) è di gran lunga più sicuro rispetto ad un antifurto che funziona con un unico sensore. Vale quindi la pena di approfondire caratteristiche e tecnologie per evitare di ritrovarsi con un antifurto poco sicuro o comunque non adatto alle nostre esigenze.

Condividi!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *